Da Giannutri a Nettuno

La mattina ci siamo svegliati di buon ora, erano le cinque, e siamo partiti alla volta di Nettuno, appena sotto Anzio. In navigazione ci rincontreremo con Simone e la sua famiglia che nel frattempo si sono fermati a Riva di Traiano per problemi al motore. Noi, prima di partire da Porto Azzurro, il rito propiziatorio lo abbiamo fatto, bruciando erbe ed incensi in quantità e cercando di sincronizzarci con questa grande Natura che ci circonda. Dopo aver lasciato al traverso Fiumicino il Maestrale che ci stava spingendo a sud rinforza, stabilizzandosi sui venticinque nodi con raffiche che sono arrivate spesso anche a trenta. Abbiamo fatto le ultime 25 miglia con il vento in fil di ruota mentre per ben due volte abbiamo sentito, oltre che visto, la nostra barca, un Hallberg Rassy 38, surfare sulle onde di circa 4 metri che ci raggiungevano da dietro. Pubblicheremo prossimamente i video della tratta. Siamo arrivati  a Nettuno nel tardo pomeriggio, distrutti dalle forti emozioni e dalla lunga navigazione ma felici e contenti.

Senza categoria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.